YouTrend
Elezioni Regionali 2020

Elezioni 2020 – I risultati in diretta

Trionfo per il “Sì”. Il Centrosinistra tiene a sorpresa sia Puglia che Toscana, oltre alla già “sicura” Campania.

La diretta riprenderà domani alle ore 8.30, per seguire le elezioni amministrative e approfondire i risultati di oggi.

Lunedì ore 23.55

In Puglia, a mancare a Raffaele Fitto sono soprattutto i voti della Lega. Pur migliorando infatti il risultato rispetto alle Politiche del 2018 (+3,4%) e alle scorse Regionali (7,2%), la differenza con il voto delle Europee è netta (-15,7%).

Il Partito Democratico, invece, è in linea con il risultato europeo (+0,5%), sebbene leggermente inferiore a quello delle Regionali 2015 (2,7%). 

Anche in Puglia si conferma il disastro del Movimento 5 Stelle, che registra ben 16,5 punti in meno delle Europee 2019, 35,1 punti in meno delle Politiche e 7,4 punti in meno delle ultime Regionali.

Al contrario, si conferma la crescita di Fratelli d’Italia, che ottiene quasi il 10% in più rispetto al 2015 e il 3,2% in più rispetto alle Europee. Forza Italia, infine, si rivela sostanzialmente stabile, sebbene in leggera flessione (-1% sul 2019, -1,3% sul 2015).

 

 

 


Lunedì ore 23.31

In Toscana, la Lega raggiungerebbe, secondo le nostre proiezioni, il 21,5%. Il partito di Matteo Salvini si confermerebbe quindi la seconda forza politica della Regione. In calo rispetto alle Europee del 2019, la Lega gaudagna comunque 4 punti sulle Politiche del 2018 e 5,5 sulle scorse regionali. 

Il Partito Democratico dimostra tutte le difficoltà del caso, nonostante, nella roccaforte rossa, si affermi come primo partito, al 35%, in crescita rispetto alle ultime due tornate elettorali, ma impietosamente indietro rispetto al 45,9% delle scorse regionali.

In netto calo, con un altro risultato che porta il Movimento a livelli preoccupanti, anche il M5S (che per la prima volta ottiene appena il 7%),  FI (4,2%).

Molto bene, invece, Fratelli d’Italia, che guadagnarebbe l’8,6% dei voti, più che raddoppiano i propri risultati passati. Male, infine, Forza Italia, in flessione di oltre un punto rispetto alle Europee, e di ben 4,2 punti rispetto alle scorse Regionali.

 

 

 


Lunedì ore 22.52

In Veneto, il risultato della Lista Zaia (che si afferma come primo partito con oltre il 40% dei voti) impatta soprattutto sulla Lega, che secondo le nostre proiezioni perde quasi il 34% rispetto alle elezioni Europee del 2019, ma appena il 2% rispetto alle Regionali del 2015.

In calo, rispetto alle passate elezioni, anche il PD, con il 12,2% (-6,6% sul dato delle Europee, e -4,5% su quello delle scorse regionali), ma soprattutto il Movimento 5 Stelle. Quello dei pentastellati è una vera Caporetto: in Veneto otterrebbero il 2,8% dei voti, in calo di oltre il 6% rispetto alle Europee del 2019, e addirittura del 7,6% sulle scorse Regionali. Anche l’ingresso di Cappelletti in Consiglio Regionale è in dubbio.

Da notare, infine, il risultato positivo di Fratelli d’Italia, che raggiunge l’8,4%, migliorando sia il risultato delle Europee che soprattutto quello delle scorse Regionali. Male Forza Italia, al 3,2%.

 

 

 

Lunedì ore 22:42

  • Toscana, lista più votata per comune (spoglio al 62,6%)


Redazione

La redazione di YouTrend

3 commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Come ci fa ad essere un’affluenza diversa tra regionali e referendum nelle regioni in cui ci sono entrambe, visto che vengono consegnate entrambe le schede nelle urne?

    • La differenza è dovuta alla diversa composizione delle liste elettorali: i cittadini residenti all’estero sono presenti nelle liste elettorali solo per le elezioni regionali, aumentandone la base elettorale (e quindi il denominatore, nel calcolo dell’affluenza).

    • Nel mio seggio (provincia di Trento), dove si votava per il Referendum e per il Comune, gli scrutatori chiedevano a TUTTI gli elettori se volevano votare per una sola votazione o per entrambe…

Send this to a friend