YouTrend

L’analisi dei flussi: Forlì cambia colore

I flussi elettorali di Forlì mostrano le cause della vittoria di Zattini: il vantaggio al primo turno e l’astensione dei 5 Stelle al ballottaggio.
Torna un nuovo appuntamento con il calcolo dei flussi elettorali di YouTrend: stavolta tocca a Forlì.
Per la prima volta dagli anni Sessanta, non è un candidato di centrosinistra a imporsi nella città romagnola. Il nuovo sindaco è Gian Luca Zattini, del centrodestra, che ha vinto con il 53,1% dei consensi al ballottaggio di domenica. In realtà, Zattini ha costruito il suo successo al primo turno, trainato dalla Lega. Alle Europee, il Carroccio ha sfiorato la palma di primo partito di Forlì (32,3%, contro il 32,8% del PD), e questo si è ripercosso sulla performance delle liste di centrodestra al primo turno delle amministrative.
Calderoni (centrosinistra) aveva accumulato un distacco netto (oltre 5.000 voti) già al primo turno. Al ballottaggio non gli è bastato il piccolo apporto di alcune liste civiche, i cui elettori si sono comunque diretti in modo maggioritario verso l’astensione. Molto ridotto è stato anche il flusso di elettori del Movimento 5 Stelle verso entrambi i candidati: l’85% di chi ha votato il pentastellato Vergini si è astenuto al secondo turno.

Forlì: i flussi elettorali interattivi fra primo e secondo turno

Ti interessano anche le altre città arrivate al ballottaggio? Qui trovi gli articoli su Livorno, Potenza, Campobasso e Ferrara.

Nota metodologica: il calcolo dei flussi avviene a partire dai dati per sezione del primo e del secondo turno, eliminando le sezioni con meno di 100 votanti e quelle ospedaliere. Il calcolo avviene con il software R, utilizzando il pacchetto di inferenza ecologica “eiPack”.

Giovanni Forti

Romano, studia Economics all'Università di Pisa e alla Scuola Sant'Anna. Quando non è su una montagna, si diverte con sistemi elettorali, geografia politica e l'impatto delle disuguaglianze sul voto.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend