YouTrend

I numeri della fiducia: il risultato del nostro sondaggio predittivo

Il Governo Conte II avrebbe numeri ampi alla Camera, mentre al Senato la maggioranza sarebbe più risicata

Vi abbiamo chiesto, nel sondaggio predittivo lanciato stamattina, un pronostico sui numeri con cui il neonato Governo Conte II avrebbe ottenuto la fiducia alla Camera e al Senato, oltre che una previsione sulla durata dell’Esecutivo. Le risposte al questionario sono state 308, e questi sono i risultati.

 

Fiducia agevole alla Camera, più risicata al Senato

Per quanto concerne la fiducia a Montecitorio, dove l’asticella è fissata a 316 deputati su 630, la media delle risposte è 348. Si tratta dunque di una maggioranza ampia e leggermente superiore a 341, che è la somma dei deputati iscritti ai gruppi del Partito Democratico, del Movimento 5 Stelle e di Liberi e Uguali.

A Palazzo Madama, dove siedono 315 senatori eletti più 6 a vita, la media delle risposte al sondaggio predittivo è 170, a fronte di una maggioranza fissata a quota 161. Ricordiamo però che la somma delle tre forze politiche espressamente rappresentate nel nuovo Esecutivo è pari a 162 senatori (i pentastellati sono 107, i democratici 51 e i rappresentanti di LeU 4).

 

La durata dell’Esecutivo

Vi abbiamo anche chiesto quanto durerà, secondo voi, il nuovo Governo giallorosso: per il 14% dei rispondenti il nuovo Esecutivo guidato da Giuseppe Conte non arriverà a Capodanno e per il 30,5% cadrà prima di giugno 2020. L’opzione più votata è stata invece la terza: per il 55,5% di coloro che hanno risposto, infatti, il Governo durerà almeno un anno.

Alessio Vernetti

Nato nel lontano 1997, si è laureato in relazioni internazionali all'Università di Torino, ma ha studiato anche a Sciences Po Lille e ha frequentato il Summer Program della LUISS. I suoi interessi principali sono la psefologia, il diritto costituzionale, lo sviluppo internazionale e i mutamenti sociali.
La sua vita sociale è inversamente proporzionale al numero di settimane che mancano alle elezioni.

Davide Policastro

Bolognese, classe 1983, ha studiato da informatico e poi da storico (la sua tesi di laurea è sull'istituto referendario in Italia). Oltre alla politica segue appassionatamente Scarlett Johansson, il progressive rock e la sua squadra del cuore, il Manchester United.

3 commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    • La fortuna è soltanto di coloro che siedono sullo scranno e non lo vogliono mollare a nessun costo (Ventimila circa), ma anche dei ” sinistrati ” , che non saprebbero più cosa fare. Comunque , presto le cose cambieranno. E allora ne vedremo delle belle.

Send this to a friend