YouTrend
Sondaggio Quorum/YouTrend per Sky TG24: i primi 100 giorni del governo Draghi

Sondaggio Quorum/YouTrend per Sky TG24: i primi 100 giorni del governo Draghi

Un bilancio di questi primi mesi del Governo guidato dall’ex Presidente della BCE

Secondo il 50.6% degli intervistati dell’ultimo sondaggio Quorum/YouTrend per Sky TG24, il Premier ha fatto un buon lavoro. Il 21,8% pensa invece il contrario, mentre il 27,6% non sa/non risponde.

 

Il Ministro che ha lavorato meglio è Speranza (29%). Più indietro – ma sempre nella top 4 – troviamo, tra il 10 e il 13%, Di Maio, Franceschini e Cartabia. Tra gli elettori PD il ministro più apprezzato è sempre Speranza (60%), mentre tra gli elettori M5S è Di Maio (52,6%). Tra chi vota Lega e di FdI il ministro più apprezzato del Governo è invece Giancarlo Giorgetti (36,3%).

 

I leader politici più apprezzati in questi primi 100 giorni del Governo Draghi sono Conte (34,7%) e lo stesso Draghi (32,8%). Più indietro Meloni (21,3%) e Salvini (19%). Sotto il 15% tutti gli altri leader.

Draghi è in particolare il leader più apprezzato tra chi vota PD col 50,1%, seguito da Letta 41,4%. Tra gli elettori M5S il Premier scende al 25,6%, venendo superato da Di Maio (43,5%) e soprattutto da Conte (74,1%). Al contrario, i leader politici più apprezzati dagli elettori di Lega e FdI sono rispettivamente Salvini e Meloni. Tra questi elettorati il consenso di Draghi si attesta tra il 30 e il 40%.

 

Quali sono i temi su cui dovrà concentrarsi il Governo nei prossimi mesi? Per gli italiani le priorità sono soprattutto il sostegno al lavoro e alle imprese, la sanità e la lotta a povertà e disoccupazione. Nello specifico, tra gli elettori PD il tema indicato come maggiormente prioritario per il Governo è la lotta a povertà e disoccupazione; tra chi vota M5S è invece la sanità. Gli elettori di FdI indicano invece il sostegno a lavoro e imprese, mentre per chi vota Lega il tema principale è l’immigrazione.

 

Infine, le intenzioni di voto: Lega prima col 21,1%, seguita da PD (19,5%), FdI (18,8%) e M5S (17,3%). Più indietro FI (7,4%). Sotto il 4% tutte le restanti forze politiche.

Mattia Marasti

22 anni, studente di matematica, bevitore incallito di tè.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend