YouTrend

Sondaggio Quorum/YouTrend per Agi: in Umbria testa a testa tra Tesei e Bianconi

La senatrice leghista raccoglierebbe il 47,2%, ma il candidato del “patto civico” PD-M5S la tallonerebbe col 43,1%.

Manca meno di un mese alle elezioni regionali in Umbria, previste per il prossimo 27 ottobre. La Regione, da sempre in mano al centrosinistra, appare oggi più che mai contendibile dal centrodestra a trazione leghista, anche per via dello scandalo sulla sanità che ha travolto e condotto alle dimissioni la precedente Giunta guidata da Catiuscia Marini.

La candidata del centrodestra unito, la senatrice leghista Donatella Tesei, ha quindi in mano la possibilità di vincere in una Regione da sempre “rossa”. Le si contrapporrà il candidato individuato dal “patto civico” tra PD e M5S, ossia il Presidente di Federalberghi Umbria Vincenzo Bianconi.

Il voto ai candidati alla Presidenza

Abbiamo a questo proposito realizzato un sondaggio per Agi ristretto alla popolazione umbra, e stando ai risultati si profilerebbe una vittoria di misura per Donatella Tesei: l’ex Sindaco di Montefalco, nonché attuale Presidente della Commissione Difesa del Senato, otterrebbe infatti il 47,2% dei voti validi, mentre Vincenzo Bianconi si fermerebbe poco più indietro, al 43,1%. Scarsissime chances di vittoria avrebbero gli altri candidati: l’ex Sindaco di Assisi Claudio Ricci otterrebbe il 6,2% dei voti validamente espressi, mentre Rossano Rubicondi (Partito Comunista) l’1,9% e Emiliano Camuzzi (Potere al Popolo e PCI) l’1,7%. Decisivi potrebbero rivelarsi coloro che si dichiarano ancora indecisi e quelli che sono propensi all’astensione: al momento costituiscono complessivamente il 33,0% del campione sondato.

 

Il voto alle liste

Se consideriamo il voto alle liste, la Lega si confermerebbe primo partito nella Regione come alle elezioni europee dello scorso 26 maggio, raccogliendo il 34,4% dei voti validi. La seconda forza della coalizione di centrodestra dovrebbe essere Fratelli d’Italia (6,7%), che in caso di vittoria di Tesei esprimerebbe un proprio esponente, Luca Squarta, come Vicepresidente della Regione. Forza Italia si fermerebbe al 3,8%, mentre le altre due liste a sostegno di Donatella Tesei, ossia Tesei Presidente e Umbria Civica, raccoglierebbero in tutto il 2,9%.

Per quanto riguarda le liste a sostegno di Bianconi, invece, il Partito Democratico (30,2%) avrebbe il triplo dei voti del Movimento 5 Stelle, fermo al 10,0%. Le altre tre liste a suo sostegno, ovvero Bianconi per l’Umbria, Europa Verde e Sinistra Civica Verde, assommerebbero in tutto il 2,9% dei voti validi.

Tra le liste a sostegno dei candidati minori, la lista Ricci Presidente disporrebbe del 4,6% dei consensi, mentre Partito Comunista e Potere al Popolo avrebbero ciascuno l’1,7% delle preferenze validamente espresse. Il tasso di astensione e indecisione sarebbe pari al 33,3%.

[Leggi l’analisi completa su Agi]

Alessio Vernetti

Nato nel lontano 1997, si è laureato in relazioni internazionali all'Università di Torino, ma ha studiato anche a Sciences Po Lille e ha frequentato il Summer Program della LUISS. I suoi interessi principali sono la psefologia, il diritto costituzionale, lo sviluppo internazionale e i mutamenti sociali.
La sua vita sociale è inversamente proporzionale al numero di settimane che mancano alle elezioni.

2 commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    • “Andiamo al voto subito perché i sondaggi non rispecchiano la realtà”
      e perché si vuole andare al voto?
      perché lo dicono i sondaggi……

      In ogni caso in Umbria stanno andando al voto, adesso, non subito, ma dei tempi tecnici ci vogliono in genere, nel caso non fosse chiaro

Send this to a friend