YouTrend

Supermedia sondaggi politici, 28 giugno: crescono Lega, PD, M5S e FdI. Male Forza Italia.

A un mese dalle Europee meno di un punto percentuale separa i partiti di Berlusconi e Meloni.

Eccoci ad un nuovo appuntamento settimanale con la Supermedia YouTrend dei sondaggi politici. Quello che osserviamo, in confronto alle Europee di un mese fa, è la crescita di tutti i partiti che alla prova delle urne hanno superato lo sbarramento del 4%, con l’eccezione di Forza Italia che, perdendo poco più di un punto percentuale, scivolerebbe al 7,7%.

Non si ferma, dunque, l’effetto bandwagon per coloro che sono stati percepiti come i vincitori dell’ultima tornata elettorale: la Lega, ora al 35,7%, sarebbe a 1,4 punti percentuali in più rispetto al 26 maggio, e registrerebbe quindi la crescita più marcata. Sarebbe in ripresa anche il Movimento 5 Stelle, che in questa ultima Supermedia stimiamo essere al 18,2%, mentre alle Europee si era fermato al 17,1%. Registrerebbero una crescita più contenuta, infine, anche il PD (+0,5%) e Fratelli d’Italia (+0,4%), ora stimati rispettivamente al 23,2% e al 6,8%. Il vantaggio del partito di Silvio Berlusconi su quello di Giorgia Meloni, dunque, si restringerebbe dal 2,2% del 26 maggio scorso allo 0,9% attuale.

Per quanto riguarda le forze minori del centrosinistra, +Europa (2,8%) e i Verdi (1,8%) sarebbero in calo, rispetto alle Europee, rispettivamente dello 0,3% e dello 0,5%. Lieve aumento dello 0,1%, invece, per La Sinistra (ora all’1,8%).

Supermedia dei sondaggi politici: intenzioni di voto

Proviamo ora ad aggregare i dati distinguendo tra la maggioranza di Governo e le opposizioni. Se l’asse gialloverde sarebbe al 53,9%, e quindi in crescita rispetto alle Europee del mese scorso (+2,6%) ma in calo rispetto alla nascita del Governo stesso (-1,2%), le opposizioni seguirebbero traiettorie diverse: il centrodestra senza la Lega, infatti, si attesterebbe al 14,5%, mentre alle Europee FI e FdI hanno raccolto complessivamente il 15,2%. Al contrario, l’opposizione parlamentare di centrosinistra – ossia PD, +Europa e La Sinistra – sarebbe ora al 27,9%, in crescita non solo rispetto al 26 maggio (+0,3%) ma anche e soprattutto rispetto al giugno scorso, quando, con la nascita del Governo, PD e alleati si fermavano a quota 23,7%.

Supermedia dei sondaggi politici: maggioranza e opposizioni

Se invece facciamo riferimento alle coalizioni presentatesi alle elezioni politiche del 4 marzo 2018, osserviamo una maggioranza assoluta del centrodestra a trazione leghista (50,2%): un elettore su due, pertanto, se dovesse esprimere oggi una preferenza per un partito, la darebbe a una delle tre forze del centrodestra (Lega, Forza Italia o Fratelli d’Italia). Il centrodestra sarebbe dunque in crescita non solo rispetto alle ultime Europee (+0,7%), ma, in maniera ancor più marcata, anche rispetto alle Politiche 2018 (+13,1%). Di fatto, però, anche quella che il 4 marzo 2018 era la coalizione di centrosinistra è cresciuta: PD e +Europa sono infatti passati dal 22,9% delle Politiche dell’anno scorso al 25,8% delle recenti Europee, per arrivare a toccare, in questa ultima Supermedia, il 26,1%.

Supermedia dei sondaggi politici: le coalizioni

Redazione

La redazione di YouTrend

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend