YouTrend

Il voto nelle città: le Europee a Firenze

Il capoluogo toscano si conferma una roccaforte rossa

Il voto per le Europee del 26 maggio desta poche sorprese a Firenze: nel capoluogo toscano, dove si è votato anche per le elezioni amministrative, il Partito Democratico risulta essere la lista più votata in quasi tutte le sezioni. Se consideriamo il centrosinistra nel suo complesso (PD, +Europa-Italia in Comune ed Europa Verde), esso è in testa in 348 sezioni su 360, mentre le 3 liste del centrodestra sommate prevalgono, a macchia di leopardo, nelle rimanenti 12 sezioni.

Le poche sezioni in cui il centrodestra nel suo complesso ha prevalso si trovano nei quartieri dell’Isolotto, di Novoli e delle Piagge. Il centrodestra a trazione leghista si è affermato anche in una sezione ospedaliera, non rappresentata nella mappa che segue. In queste sezioni, la Lega ha sfiorato, e in alcuni casi superato, il 30%, pur non andando oltre il 20,3% a livello comunale.

Firenze: la prima coalizione alle Europee per sezione

Se consideriamo, invece, solo il primo partito, le sezioni vinte dal partito di Matteo Salvini si riducono a 5: due sono all’Isolotto, una alle Piagge e un’altra nei pressi di Novoli, più quella ospedaliera.

Firenze: il primo partito alle Europee per sezione

Il Movimento 5 Stelle, che non è prima lista in nessuna sezione e prende il 9,75% dei voti nel capoluogo toscano, si spinge oltre il 10% soprattutto nei quartieri più occidentali della città, superando il 16% in alcune sezioni fra Novoli e Rifredi, a nord dell’Isolotto e alle Piagge.

Firenze: il voto al Movimento 5 Stelle alle Europee per sezione

Anche la Lega, che nel voto europeo a Firenze ottiene il 20,26%, va tendenzialmente meglio nei quartieri più occidentali rispetto a quelli orientali. Oltre ai quartieri già segnalati, supera il 25% anche a Ugnano-Mantignano, vicino al confine con Scandicci, e in alcune sezioni di Rovezzano e Gavinana, a Est.

Firenze: il voto alla Lega alle Europee per sezione

 

Il Partito Democratico, che ottiene il 43,70% nella sua storica roccaforte, supera il 45% in parecchie sezioni. In alcune, in particolare vicino al confine comunale a Sud, e vicino a Rifredi e a Campo di Marte, si avvicina addirittura alla maggioranza assoluta. Al contempo, però, in diverse sezioni del centro storico si attesta al di sotto del 35%.

Firenze: il voto al PD alle Europee per sezione

Un ultimo accenno alle elezioni comunali: Dario Nardella (PD), che è stato rieletto al primo turno con il 57,05% dei voti, in diverse sezioni centrali ha ottenuto meno del 55% delle preferenze.

Firenze: i voti a Dario Nardella per sezione

Come si nota, in diverse zone ha ottenuto più voti della coalizione di centrosinistra alle elezioni Europee. Il motivo è molto interessante: una fetta consistente di chi alle Europee ha votato Lega (il 22% dei leghisti) e Movimento 5 Stelle (il 32% dei pentastellati) ha optato per confermare il sindaco uscente anziché votare per i propri candidati “di bandiera”, rispettivamente Bocci e De Blasi.

Firenze: i flussi elettorali da Europee a Comunali

Giovanni Forti

Romano, studia Economics all'Università di Pisa e alla Scuola Sant'Anna. Quando non è su una montagna, si diverte con sistemi elettorali, geografia politica e l'impatto delle disuguaglianze sul voto.

Alessio Vernetti

Nato nel lontano 1997, si è laureato in relazioni internazionali all'Università di Torino, ma ha studiato anche a Sciences Po Lille e ha frequentato il Summer Program della LUISS. I suoi interessi principali sono la psefologia, il diritto costituzionale, lo sviluppo internazionale e i mutamenti sociali.
La sua vita sociale è inversamente proporzionale al numero di settimane che mancano alle elezioni.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend