YouTrend

Supermedia sondaggi politici, 3 maggio: speciale europee

Le intenzioni di voto per le europee e le proiezioni dei seggi confermano la Lega come prima lista

La Supermedia Agi/YouTrend di questa settimana ha un occhio di riguardo per le europee del prossimo 26 maggio.

Per quanto riguarda le intenzioni di voto, la situazione sembra essere rimasta abbastanza stabile nelle ultime settimane: nonostante un calo di mezzo punto, la Lega è ancora il primo partito con il 32,3% dei consensi, pari esattamente al 10% in più del Movimento 5 Stelle (22,3%). Quest’ultimo ha invece un vantaggio molto ridotto (un punto percentuale) sul Partito Democratico (21,3%), mentre Forza Italia (9,5%) è in calo dello 0,4% e Fratelli d’Italia è stabile al 5%. Tutti gli altri partiti (Più Europa, La Sinistra ed Europa Verde) sarebbero, secondo la nostra Supermedia, al di sotto del 4% necessario per ottenere seggi alle elezioni europee.

Supermedia dei sondaggi politici: intenzioni di voto

L’area di Governo è dunque in lieve calo rispetto a due settimane fa, attestandosi al 54,6%. Il calo è ancora più marcato per il l’opposizione di centrodestra (-0,9%), mentre chi guadagna consensi è il centrosinistra nel suo complesso (+1,1%).

Supermedia dei sondaggi politici: maggioranza e opposizioni

Se guardiamo invece alle coalizioni che si sono presentate alle elezioni politiche del 2018, il centrodestra a trazione leghista nel suo complesso arretra al 46,8%, mentre crescono sia il Movimento 5 Stelle (+0,3%), sia il centrosinistra (+1,0%), sia l’area riconducibile alla lista di Liberi e Uguali (+0,1%)..

Supermedia dei sondaggi politici: le coalizioni

Quelle appena viste sono le intenzioni di voto “generiche”, o meglio la stima di come voterebbero gli italiani se domani ci fosse un’elezione nazionale. Alcuni istituti di sondaggio, tuttavia, hanno posto due domande differenti allo stesso tempo: sia le intenzioni di voto in caso di ipotetiche elezioni politiche anticipate, sia le intenzioni di voto per le europee. Per la precisione, si tratta degli istituti Tecnè e Demopolis.

I due istituti concordano in particolare su due elementi: a parità di campione di intervistati, alle europee non solo vi sarebbe una partecipazione inferiore rispetto alle politiche, ma sarebbe anche leggermente diverso il comportamento di voto, soprattutto per le liste minori. Anche se le variazioni sono minime, abbiamo scelto di mostrare anche questi dati in una Supermedia in “edizione speciale”, accompagnandola con una stima della distribuzione dei 73 seggi spettanti agli eurodeputati italiani.

Supermedia europee: il voto alle liste

Poichè la Brexit è stata rimandata, il numero di seggi all’Europarlamento spettanti all’Italia è rimasto pari ai 73 del 2014. Di questi, secondo le nostre proiezioni, 26 dovrebbero essere assegnati alla Lega. Il secondo posto lo otterrebbe il Movimento 5 Stelle con 18 seggi, uno in più del PD. Forza Italia, invece, avrebbe diritto ad 8 seggi: tuttavia, avendo stretto un patto con la Sudtiroler Volkspartei nella circoscrizione nord-est, un suo seggio dovrebbe essere ceduto alla SVP qualora – molto probabilmente – un suo candidato ottenga almeno 50mila preferenze. Infine, Fratelli d’Italia occuperebbe 4 scranni.

Supermedia europee: la proiezione dei seggi

[Leggi l’analisi completa su Agi]

[Tutti i sondaggi del 2019 e media mobile]

Redazione

La redazione di YouTrend

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend