YouTrend

Supermedia sondaggi politici, 21 marzo: il PD supera il 20% e tallona da vicino il M5S

Continua a crescere il Partito Democratico, che dopo oltre un anno torna sopra la soglia del 20% e si porta a un punto e mezzo dal Movimento 5 Stelle

La Supermedia dei sondaggi di questa settimana conferma (e accentua) le tendenze emerse la scorsa settimana. Tutto invariato nelle posizioni della classifica, con la Lega saldamente in testa con 10 punti di vantaggio sul Movimento 5 Stelle. Ma la novità è la crescita del Partito Democratico, che guadagna l’1,7% in due settimane e supera la soglia “psicologica” del 20%: non accadeva da oltre un anno (cioè dagli ultimi sondaggi prima del blackout che precedette le elezioni politiche). Ora il PD è distante meno di un punto e mezzo dalla seconda posizione, occupata dal M5S.

Tutti gli altri partiti restano stabili, con il M5S che flette verso il basso di un misero 0,1% (ben poco significativo dal punto di vista statistico). Fa eccezione la Lega, che perde quasi un punto scendendo al 32,3%. Si tratta di un calo insolito per il partito di Matteo Salvini, che nelle ultime settimane era oscillato intorno al valore del 33% senza scendere o salire troppo bruscamente. Vedremo nelle prossime settimane se si tratta di una vera propria tendenza appena agli inizi oppure soltanto di un’oscillazione innocua – anche se un po’ più intensa del solito.

Supermedia dei sondaggi politici: intenzioni di voto

Ma il calo della Lega trascina verso il basso anche la maggioranza governativa, che ora vale il 54,5%. Si tratta di un dato superiore a quello ottenuto da M5S e Lega alle Politiche 2018, ma inferiore al dato registrato al momento della nascita del Governo Conte. Un segnale che la luna di miele può dirsi,  probabilmente, conclusa. Da notare come l’opposizione più consistente (quella di riunisce sinistra e centrosinistra) valga ora quasi esattamente la metà dell’area di governo.

Supermedia dei sondaggi politici: maggioranza e opposizioni

Altrettanto interessante è il dato delle coalizioni versione “4 marzo 2018”. Il calo combinato di Lega, FI e FDI fa scendere il centrodestra al 47%, quasi un punto e mezzo in meno rispetto a due settimane fa. Un dato ancora piuttosto confortevole (e più che sufficiente ad ottenere la maggioranza assoluta dei seggi, in caso di ipotetiche elezioni anticipate), ma anche un piccolo segnale d’allarme da non sottovalutare.

Supermedia dei sondaggi politici: le coalizioni 

[Leggi l’analisi completa su Agi]

[Tutti i sondaggi del 2019 e media mobile]

Redazione

La redazione di YouTrend

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend