YouTrend
Supermedia sondaggi politici

Supermedia sondaggi politici, 1 febbraio: si allarga il divario Lega-M5S

Nuovo appuntamento con la nostra Supermedia dei sondaggi. Aumenta il divario fra Lega e Movimento 5 Stelle.

È stata una settimana densa di polemica politica,  fra lo scontro sui migranti di Sea Watch, tenuti in mare per 12 giorni, e la richiesta di autorizzazione a procedere contro Salvini per il sequestro di persona dei quasi 200 migranti della nave Diciotti ad agosto scorso. Ieri, poi è arrivato anche l’annuncio dell’Istat: l’Italia è in recessione tecnica nel 4° trimestre del 2018. Ancora non possiamo quantificare esattamente l’impatto di questi fatti sull’opinione pubblica e sulle intenzioni di voto. Gli ultimi sondaggi, però, hanno già hanno dato segnali su quali potrebbero essere gli effetti, che si sono concretizzati nella nostra Supermedia.

La Lega conferma il suo ruolo di primo partito e aumenta ancora il vantaggio sul M5S. Nelle rilevazioni considerate è stimata in media al 32%, in crescita di qualche decimale e vicina ai massimi storici. Il Movimento 5 Stelle, invece, cala ancora, seppur di poco, e torna vicino ai minimi di dicembre (25,6%, -0,3%). Continua a crescere molto lentamente il Partito Democratico (17,8%, +0,2%), che si sta riavvicinando piano piano al livello delle elezioni politiche di 11 mesi fa. Bene anche il resto del centrodestra, con Forza Italia (9,3%, +0,3) e Fratelli d’Italia (4,5%, +0,3%) entrambi in crescita. Stabile o quasi PiùEuropa (2,8%, +0,1%) che non ha certo beneficiato delle polemiche nate dopo la vittoria di Benedetto Della Vedova nel congresso dello scorso fine settimana. In lieve flessione, invece, i partiti di sinistra.

Supermedia dei sondaggi politici: intenzioni di voto

Osservando ora le aree presenti in Parlamento, vediamo che i partiti della maggioranza di governo possono contare su un solido 57,6%, stabile rispetto a due settimane fa. Immobili, o quasi, anche i consensi del centrodestra e del centrosinistra.

Supermedia dei sondaggi politici: maggioranza e opposizioni

Anche le coalizioni che si erano presentate insieme alle elezioni del 4 marzo restano più o meno stabili. Fa eccezione il centrodestra, che grazie alla crescita combinata dei partiti che lo compongono tocca un nuovo massimo al 46,4%.

Supermedia dei sondaggi politici: 

[Leggi l’analisi completa su Agi]

[Tutti i sondaggi del 2019 e media mobile]

Redazione

La redazione di YouTrend

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend