YouTrend

Osservatorio del gossip politico: la cronaca rosa si tinge un po’ di… Pd

C’è una sorpresa nel podio settimanale che emerge dall’analisi di Chi, Gente, Oggi e Novella 2000. A conquistare la prima posizione è, infatti, un politico del PD, Anna Paola Concia.

Al secondo e terzo posto del podio invece, molto più in linea con le rilevazioni che l’Osservatorio del Gossip Politico ha proposto in queste settimane, troviamo due “donne” del Cavaliere; rispettivamente l’ex moglie Veronica Lario, paparazzata da Chi durante una cena intima con un uomo misterioso, e l’attuale fidanzata Francesca Pascale, protagonista di un servizio di Oggi che indaga sul suo reale peso politico all’interno del Pdl.

Entriamo nello specifico degli articoli, partendo da quello incentrato su Anna Paola Concia. Chi dedica molto spazio al tema delle coppie omosessuali, intervistando Elton John (che ha adottato un bambino) e riportando in poche righe il parere di alcuni personaggi pubblici tra cui Casini e Vendola. Ma, soprattutto, pubblica un servizio di ben quattro pagine in cui Anna Paola Concia viene intervistata insieme al padre Enzo Antonio. Il reportage è piuttosto delicato. E questa è un’altra novità, poiché, finora, il coverage del settimanale della Mondadori nei confronti dei “nemici politici” di Berlusconi (Concia è attualmente candidata in Abruzzo nelle liste del Pd) aveva puntato ad evidenziarne vizi e trasgressioni. Basti ricordare il trattamento riservato nelle settimane scorse a Michele Santoro e a Ilda Boccassini. Bisogna considerare però che Concia è da sempre uno dei politici più pop del Pd, e non ha mai disdegnato programmi di intrattenimento e i rotocalchi pur di sensibilizzare il grande pubblico sul tema dei diritti civili. Questa volta Concia mette in gioco anche la sua famiglia. Oltre ad aver coinvolto il padre, infatti, il servizio è accompagnato da foto che veicolano un’immagine piuttosto all’antica della famiglia Concia (padre e figlia seduti nella vecchia legnaia, la figlia che serve il pranzo all’anziano padre). Emergono soprattutto gli aspetti “tradizionali” della famiglia, drasticamente in contrasto con quella percezione di trasgressività che troppo spesso viene automaticamente associata a chi si dichiara apertamente omosessuale: “84 anni passati in gran parte a fare il padre di famiglia in questa casetta gialla con il camino in cucina e la legnaia vicino all’orto”, oppure “Ex segretario locale di Azione cattolica, ex dirigente della Dc ai tempi di Aldo Moro” […] “Sei stato un padre severo. Ricordo ancora gli schiaffi”. Ma anche un democristiano dei tempi d’oro può non nutrire pregiudizi nei confronti degli omosessuali: “Un uomo moderno insomma, soprattutto per aver accettato con affetto l’omosessualità della figlia” […] “Ha accettato pienamente Ricarda (la moglie della Concia, ndr) come nuova figlia”.

In seconda posizione troviamo Veronica Lario. Ad un mese circa dal divorzio faraonico, Chi propone degli scatti rubati in cui l’ex first lady cena con un uomo misterioso. “Con il misterioso amico, prima assiste al Nabucco alla Scala e poi conclude la serata con un tête-à-tête sotto la Madonnina”. Tra una foto e l’altra però la rivista diretta da Signorini non disdegna di ricordare il sontuoso assegno di mantenimento: “L’ex signora Berlusconi percepirà 36 milioni di alimenti all’anno”. Insomma, Chi, strumento importante della galassia berlusconiana, continua a marcare stretto ogni movimento di Veronica Lario, e ogni occasione è buona per suscitare perplessità in merito all’ammontare del mantenimento versato dal Cavaliere.

Infine, sul gradino più basso del podio, troviamo Francesca Pascale. Se i media tradizionali, in particolare la stampa quotidiana, hanno lamentato la scomparsa della nuova fiamma del Cavaliere dalle cronache, lo stesso non si può dire dei giornali di gossip. Francesca Pascale non è mai stata abbandonata dai rotocalchi, che hanno continuato regolarmente a pubblicare foto o trafiletti inerenti l’inserimento della ragazza nella famiglia Berlusconi. Nel periodo oggetto di analisi è Oggi ad occuparsi dell’aspirante first lady. Con l’articolo “Una zarina per Silvio”, Oggi approfondisce il ruolo di Pascale all’interno del Pdl, arrivando a dire che con pazienza e astuzia è diventata potente: “Ha saputo aspettare e sopportare” “E’ diventata potente, è lei oggi la prima consigliera” […] “Tutti hanno sottovalutato la sua fissazione per Berlusconi e la sua tenacia”. Così potente da indurre il fidanzato (Berlusconi) a far fuori dalle liste il suo storico nemico politico: Nicola Cosentino. “Tra i due, da anni cova un astio profondo e reciproco” “Cosentino sa di averla sottovalutata”.

Studio condotto dal gruppo di ricerca del Dipartimento di Istituzioni e Società dell’ Università degli Studi di Perugia, coordinato dal Prof. Marco Mazzoni e composto da Antonio Ciaglia, Roberto Mincigrucci

 

Roberto Mincigrucci

Nasce il 22/09/1988 ad Assisi, vive a Torgiano (PG). Consegue nel 2010 la laurea triennale in Scienze Politiche all'Università degli Studi di Perugia. Attualmente frequenta un corso di laurea magistrale in Scienze della Politica e del Governo all'Università degli Studi di Perugia. Collabora con il Corriere dell'Umbria e con Youtrend.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend