YouTrend

#MaratonaYouTrend: Speciale Election Night 2020

Tutti gli sviluppi della notte elettorale più importante dell’anno in questo articolo in costante aggiornamento

Ci siamo: la notte più attesa dell’anno è arrivata e YouTrend non poteva mancare! Oltre che in questo articolo in costante aggiornamento, le chiamate, le analisi, le mappe e i grafici più interessanti sono ripresi sulle nostre pagine Twitter, Facebook e Instagram, ma ci potete trovare anche sugli speciali di La7 e di Sky TG24.

Qui sotto, innanzitutto, trovate un costante aggiornamento del numero dei grandi elettori già assegnati, sia in generale che Stato per Stato:

Passata da poco la mezzanotte sono stati comunicati i primi dati da Indiana e Kentucky. All’una in punto la CNN ha assegnato l’Indiana a Donald Trump, mentre Associated Press ha assegnato al Presidente il Kentucky. Secondo il New York Times, invece, Joe Biden ha vinto lo Stato del Vermont.

All’1 e 10 minuti la rete Fox News ha annunciato la vittoria di Biden in Virginia.

Il West Virginia si conferma uno Stato repubblicano: il New York Times lo ha assegnato a Trump all’1 e 30.

Poco prima delle 2, un altro Stato viene assegnato a Trump, il South Dakota. Nulla di inatteso.

Nessuna sorpresa neanche nelle prime assegnazioni delle ore 2. Delaware, Massachusetts, Rhode Island, Connecticut, Illinois, Maryland, New Jersey, Maine per Biden. Alabama, Mississippi, Tennessee, Missouri, Oklahoma hanno votato per Trump. Tutto secondo le attese.

Proseguendo con le assegnazioni che non destano sorprese, alle 3 in punto arriva quella di New York a Biden per la CNN e pochi minuti dopo quelle di North Dakota, Wyoming, Nebraska e LouIsiana per Trump secondo Fox. La medesima emittente assegna anche il Colorado e il New Mexico a Joe Biden. Vi ricordiamo che sarà interessante vedere chi vincerà i rimanenti collegi del Nebraska e del Maine, che a differenza degli altri Stati hanno un sistema elettorale che consente di assegnare alcuni grandi elettori anche al candidato che non vince lo Stato. Un’ora dopo, alle 4, Fox assegna il Kansas a Trump.

Alle 4.30 l’emittente ABC ha assegnato il New Hampshire a Biden. Questo era un po’ meno sicuro. Fu vinto da Hillary Clinton nel 2016 ma di circa 3 mila voti e fu decisivo, insieme con la tragicomica questione Florida, per la vittoria di GW Bush nel 2000.

Meno sorprendente, poco dopo, è la “chiamata”, da parte delle emittenti ABC e NBC, che assegnano a Trump lo Utah, stato dove il Presidente uscente aveva già vinto nel 2016 con oltre 18 punti di margine.

Quando mancano dieci minuti alle 5, la CNN assegna l’Illinois a Biden e il Missouri a Trump. Anche qui siamo nell’ampiamente previsto. Altre emittenti li avevano già “chiamati” tre ore fa.

Alle 5 in punto vengono assegnati a Biden gli Stati della costa ovest, California, Oregon e Washington. Tutto già previsto ma sarà interessante vedere il vantaggio di Biden in California, lo Stato più popoloso del Paese, che potrebbe “drogare” il dato del voto popolare.

Poco dopo le 5 arriva l’assegnazione della Florida a Trump da parte di Fox. E’ uno degli Stati tradizionalmente in bilico ma ha perso il suo ruolo di unico ago della bilancia. La corsa era già indirizzata verso Trump da qualche ora. Sarà interessante vedere i dati per contea ma già da ora possiamo dire con certezza che ha pesato molto la pessima performance di Biden a Miami, dove è andato molto peggio di Hillary Clinton nel 2016.

Quando sono le 5,25 arriva la prima notizia veramente importante. Biden avrebbe vinto l’Arizona, che è il primo Stato a cambiare colore rispetto al 2016. Non votava democratico dal 1996, quando però fu decisiva l’azione di disturbo dell’indipendente Ross Perot. Qui sotto vedete l’immagine dell’assegnazione. Sennonché, circa un’ora dopo, Fox News ha in un certo qual modo ritrattato tale assegnazione. Lo Stato è tornato in bilico per un po’, ma l’emittente ha poi confermato la vittoria di Biden.

Fox News continua ad anticipare tutti sulle assegnazioni e poco prima delle 6 dà l’Ohio a Trump. Non è propriamente una notizia ma è una vittoria importante per il Presidente, che ne aveva assolutamente bisogno. Obama lo aveva vinto sia nel 2008 che nel 2012.

Pochi minuti dopo assegna anche il Texas a Trump. E’ uno Stato che vota repubblicano dal 1980 e fino a pochi anni fa non era mai stato in bilico. I Dem sognavano di vincerlo già nel 2016. Possono posticipare ulteriormente il sogno.

Tornando per un momento alle assegnazioni che non davano troppo pensiero, alle 6 di mattina Fox conferma la vittoria di Biden alle Hawaii.

Sempre Fox News intorno alle 6 e 20 minuti assegna l’Iowa a Trump. Non proprio una notizia di suo, interessante (per ora) il cospicuo vantaggio di Trump, 7 punti percentuali. Anche in questo caso si tratta di uno Stato vinto due volte da Obama e due volte da Trump, come l’Ohio.

Alle 6,25 oltre alla momentanea ritrattazione di Fox sull’Arizona, arrivano altre due conferme rispetto a quattro anni fa. I democratici vincono il Minnesota e i repubblicani il Montana. Quella del Minnesota però è una notizia importante per Biden, perché questo Stato è un po’ il Texas dei repubblicani per quanto concerne le avventure oniriche. Trump lo perse di poco quattro anni fa e il desiderio di strapparlo ai Dem esisteva.

Come vi avevamo accennato il Nebraska (che ha votato massicciamente per Trump nel complesso) assegna alcuni grandi elettori in modo un po’ più proporzionale. Quest’anno il grande elettore del collegio NE-2 è stato vinto da Biden. Quattro anni fa lo vinse Trump. Dopo l’Arizona è il secondo caso di passaggio.

Per una guida completa su orari, siti e TV potete leggere il nostro articolo.

Francesco Magni

Nato a Roma nel 1988, dopo la laurea in giurisprudenza ha esercitato per tre anni la professione di avvocato. Oggi è funzionario del Ministero dell'Interno. Mantiene vivi la passione e l'interesse per le questioni politiche ed elettorali che cerca sempre di analizzare, ove possibile, alla luce della sua formazione giuridica.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend