YouTrend

Voci dal Concistoro europeo n. 9: il porporato fiorentino a +6

Anche un altro stimato vaticanista conferma il vantaggio sull’impetuoso camerlengo di Genova, a quota 26 vescovi elettori.


Ci avviciniamo all’appuntamento elettorale di domenica – si voterà in tutta Italia per le elezioni europee, qui c’è la nostra mappa interattiva mentre qui potete scoprire chi verrà eletto e chi no nel vostro collegio, e gli elettori saranno chiamati alle urne anche in due regioni come Piemonte e Abruzzo e in oltre 4.000 comuni -. Ma noi preferiamo, ancora una volta, non parlare troppo di politica e darvi invece conto dell‘appassionante sfida in seno al Concistoro europeo.

Domenica, infatti, toccherà consegnare il proprio voto anche ai vescovi di tutt’Italia, che indicheranno così i 73 delegati italiani presso l’arcivescovado di Bruxelles-Strasburgo.

I conteggi di cui vi riferiamo stasera sono quelli di un vaticanista fra i più illustri e rispettati, il biblista bergamasco Lando Pallio Uccello, che spesso appare sugli schermi della terza rete in una trasmissione serale di approfondimento religioso assai seguita.

In verità, i dati non si discostano poi granché da quelli di cui vi abbiamo raccontato ieri: il favoritissimo cardinale di Firenze, giovane ma alquanto determinato a conquistare anche i delegati europei dopo aver fatto man bassa delle massime cariche di Curia negli ultimi mesi, godrebbe del consenso di 32 fra i vescovi elettori, distaccando di 6 preferenze un rivale comunque agguerritissimo, quel riccioluto camerlengo di Genova (a quota 26) che proprio oggi chiuderà la propria campagna pastorale a Roma, nei pressi della Basilica di San Giovanni in Laterano.

Resta sui valori stimati anche da altri vaticanisti l’anziano – ancorché inaffondabile – prelato pelato di Monza e Brianza, colpito da una sospensione a divinis inflittagli dalla Sacra Rota e comunque in grado di raccogliere intorno alla sua candidatura ben 18 fra i porporati del Belpaese.

La lotta per il quarto posto si risolverebbe a favore del vivace cappellano di Milano, in grado di convincere molte delle diocesi settentrionali e arrivare così al voto di 6 vescovi, mentre dalla parte dello stempiatissimo arcivescovo di Agrigento si troverebbero solo 4 vescovi e 5 diaconi, perlopiù concentrati nelle regioni del Sud Italia.

Purtroppo non siamo in possesso di dettagli sulla performance degli altri capi spirituali – dal pope greco ortodosso Alexis alla sbarazzina sorella Giorgina, per tacere della Triade della Scelta che oramai molti vaticanisti hanno smesso persino di conteggiare – ma lo scrupolosissimo Lando Pallio Uccello li colloca tutti sotto la soglia di scomunica, fissata a quota 4 vescovi. A meno di colpi di coda dell’ultim’ora, sarà difficile che riescano a inviare propri delegati presso l’ambitissima sede cardinalizia di Bruxelles.

trans Voci dal Concistoro europeo n. 9: il porporato fiorentino a +6E proprio questa corsa al cardiopalmo per conquistare il sostegno di parroci e monsignori è oggetto delle analisi dei maggiori vaticanisti italiani, che in questi giorni elaborano conteggi e formulano vaticinii di vario segno. Vi abbiamo dato conto nei giorni scorsi delle misurazioni di madre Gilda Sleri, che vedevano una sostanziale parità tra i primi due contendenti, mentre oggi è il turno di un altro studioso di caratura nazionale del quale purtroppo non possiamo fornirvi il nome – vi basti sapere che opera abitualmente presso l’arcidiocesi milanese e frequenti sono le sue apparizioni in trasmissioni tv di approfondimento religioso -.

Lorenzo Pregliasco

Nato nel 1987 a Torino, dove ha sempre vissuto e studiato. Si è laureato con una tesi su Obama, è stato tra i fondatori di Termometro Politico, ha collaborato con la Rai e scritto su «Aspenia» e «La Stampa». Insegna all'Università di Bologna e all'Università di Torino.
Il suo primo (e unico) libro si chiama Il crollo. Dizionario semiserio delle 101 parole che hanno fatto e disfatto la Seconda Repubblica (Editori Riuniti, 2013).

16 commenti

I nostri social

Seguici sui nostri canali social per non perderti nessuno dei nostri contenuti