Tabella riepilogo sondaggi

11 marzo 2010


 AGGIORNATA  al 20 maggio 2016

9 1 Tabella riepilogo sondaggi

 

LO STORICO 2008-2015 

 

Roberto Greco (Sito Web)

Caporedattore di YouTrend. Nato e vissuto a Lecce, laureato in Economia presso l'Università del Salento, è Partner presso la società demoscopica Quorum. Ha collaborato sino al settembre 2011 con la testata Termometro Politico in qualità di caporedattore e responsabile sondaggi.

44 commenti

  1. Con questi numeri, con questa frammentazione politica, con tutti questi partiti e partitini italiani, fatti sempre dai soliti soggetti riciclati e ben nascosti dietro nuovi simboli, o dietro qualche giovane portatore d’acqua, mi chiedo chi governerà il Paese. Alla fine, ci ritroveremo in parlamento un’armata Brancaleone, confusa, litigiosa, inconcludente, incapace… di mettersi d’accordo. E saremo da capo a dodici. A quando, dunque, in Italia, due soli partiti politici, o due coalizioni, con due “signori” seri, rappresentativi e competenti che si contendono il governo del Paese? A quando?
    Mgs

  2. …manca la % degli ASTENUTI e/o degli INDECISI. Quindi il totale (100%) è improprio.

    • No Filippo il totale di 100% si calcola sempre su chi dichiara la propria intenzione di voto. Le percentuali di astenuti e indecisi invece si calcolano sul totale dei rispondenti.

  3. E’ chiaro che la somma fa 100, lo si vede anche ad occhio nudo. Ma se non si mette anche la % degli astenuti, bianche, indecisi non posso calcolare a che frazione del corpo elettorale corrispondono quei valori. Inoltre manca la % di errore…il sondaggio è dunque incompleto.

  4. Ok, grazie.

  5. Mi piacerebbe anche sapere quanti sono gli indecisi/astenuti sul totale dei rispondenti in media, perché permetterebbe di capire più o meno quanto definitivi possono risultare questi dati

  6. A chi? Se a qualcuno portano sfiga, di contrappasso a qualcuno fortuna…

  7. finalmente è stato rivoluzionato il sistema dei sondaggi! invece di prevedere il risultato adesso si fanno in base al risultato!

  8. No, è il fenomeno “band wagon”: gli elettori dopo una vittoria elettorale si dichiarano più propensi a votare i vincitori, in questo caso il centrosinistra.
    I sondaggi di queste amministrative hanno sbagliato poco: il 16 a 0 del csx era ampiamente previsto.
    A livello nazionale, però, il PdL si ricompatta, grazie alla figura di Berlusconi, facendo salire il PdL oltre il 26%.

  9. condivido l’analisi ovviamente, la mia era solo una battuta perché, per chi non aveva seguito i sondaggi specifici per le amministrative, era difficilmente prevedibile che il pd ne uscisse così bene. Comunque mi è andata di lusso, per una battuta molto simile Pagnoncelli ha distrutto battista a ballarò nel post voto di febbraio 🙂

  10. Purtroppo i sondaggi per le amministrative sono poco divulgati, in quanto molto spesso i committenti sono i candidati o i partiti, non i giornali o le televisioni. Ad eccezione di Roma, dove era prevista la vittoria di Marino, non sono stati divulgati altri sondaggi.

  11. Enrico Letta convince molto più del loquace Sindaco fiorentino.

  12. Emanuele Hayym Tudisco via Facebook 17 giugno 2013 Rispondi

    gli italiani sono proprio delle capre…

  13. ma il Pd per gli italiani che c… ha fatto di così fantastico in sti mesi? che hanno il presidente del consiglio della loro area e quindi pensano di governare? ahahah

  14. E il movimento a 5 stelle dov’è?

  15. beh clamoroso in sti giorni Letta si è mangiato PDL di primo e Berlusconi di secondo…

  16. Emanuele Hayym Tudisco tramite Facebook 8 ottobre 2013 Rispondi

    mi sembra incredibile che la gente abbia ancora fiducia di sti qua.

  17. Mi hanno telefonato chiamato a casa per un sondaggio elettorale, io come suggerito da Grillo ho detto che avrei votato PD…. ah ah ah quando conteranno i voti penso che ci sara’ qualche sorpresa…

  18. Fab: no, ma vantatene.
    Se giocare a fare gli scherzi ai sondaggisti è parte integrante del nuovo, posso riabilitare Craxi a cuor leggerissimo.

    Ah, complimenti per il 32% in Basilicata.

  19. Massimiliano 6 gennaio 2014 Rispondi

    Scusate ma ho visto che avete aggiornato i grafici rimuovendo i dati storici e ripartendo dal 18/11.
    Pur se condivido la scelta non potreste mettere un periodo più lungo?
    Così facendo, essendo la media bisettimanale, c’è il rischio che per veder apparire un trend decente ci vogliano dei mesi.
    Ad esempio non si potrebbe fare un grafico degli ultimi 6 mesi che mantenga fisso l’intervallo temporale e si aggiorni automaticamente? (praticamente ogni volta che arriva l’ultimo campione si cancella il più vecchio).

  20. Massimiliano 14 gennaio 2014 Rispondi

    Ecco, così è effettivamente più chiaro 🙂

  21. vero leghista 21 aprile 2014 Rispondi

    cambiate la schermata in alto a destra…è la Lega Nord che ha il 5% e FDI il 3,3 e non il contrario

  22. Forse è il caso di non sommare più i voti del PD a quelli di SEL e Altri csx nello stesso raggruppamento CSX. Non si parlano più da almeno un anno e stanno ognuno per conto proprio!

  23. Paolo Santuzzo 5 giugno 2015 Rispondi

    Gli aggiornamenti sono fermi da un mese, immagini c’entrassero le regionali, ora però verranno inseriti i nuovi sondaggi?
    Complimenti comunque per youtrend, siete fantastici!

    • Grazie Paolo! 🙂

      Come avevi intuito, la tabella è “ferma” per via del black out sui sondaggi stabilito dalla legge. Ma ora stanno ricominciando a pubblicarne e aggiorneremo la tabella a breve.

  24. non è possibile ancora fate sondaggi fra destra e sinistra.Non vi siete accorti che la legge elettorale è cambiata? Ora vince il PARTITO che prende più voti alla faccia delle coalizioni.Inoltre a destra o a sinistra non mi sembrano intenzionati a compattarsi.Quindi finché non cambia QUESTA legge il duello è fra PD e M5S.

  25. Sarebbe interessante vedere il trend per un periodo maggiore agli ultimi 5 mesi, avete un archivio di grafici/dati (sicuramente)?

Trackbacks per questo post

  1. […] election imminent, Silvio Berlusconi’s centre-right party is bordering balkanization, coming  only third in the polls, after the centre-left Democratic Party and the populist Five Star […]

  2. […] tutti i sondaggi la danno, senza precisare l’esistenza di una lista chiamata Agenda Monti, attorno al 10% – sulla soglia, quindi – e dicono che risulterebbe accresciuta da un eventuale intervento […]

  3. […] Tabella riepilogo sondaggi | YouTrend – Sondaggi elettorali | Mappa elettorale […]

  4. […] Per posar analogies entenedores: el retorn de Berlusconi es pot comparar amb el de Napoleó dels 100 Dies, o amb el de Michael Jordan als Washington Wizards. Imposa respecte, però no pot guanyar. D’ençà del seu retorn, el PDL ha recuperat 3 punts als sondatges (del 15% al 18%), una xifra modesta, però no insignificant. Però cal afegir que 1) aquest salt es va produir en les setmanes que van seguir la seva reentré, en un moment en què el Partit s’estava lacerant en una guerra de bandes per la successió. Durant el mes de gener sembla haver-se estancat, 2) la diferència entre la coalició que lidera i la coalició d’esquerres que dóna suport a Bersani continua sent bastant àmplia, segons la mitjana dels sondatges, entre 9 i 11 punts. […]

  5. […] Wahlen, EMNID, Infratest dimap, Forsa (between 7/11/2013 and 13/11/2013); ); Italy: 14-day-average (retrieved 15/11/2013); Poland: CBOS (retrieved 13/11/2013); Romania: CSCI (October 2013); […]

  6. […] dei risultati delle ultime elezioni europee (che non si discostano molto da quelli rilevati dagli attuali sondaggi). In questo caso, il Pd otterrebbe il premio di maggioranza di 340 seggi al primo turno, avendo […]

  7. […] davvero bisogno); e i consueti sondaggi elettorali, prima quelli della “supermedia” di YouTrend e poi uno esclusivo realizzato di recente, ancora da […]

  8. […] Accusato di usare “trucchi, trucchetti, gabbole e trappole” pur di governare un Paese “stretto nella morsa di un partito al 30%”, “scollegato” dai reali problemi ed interessi del paese, il presidente del Consiglio viene anche rappresentato come un avversario che non bisogna temere: “Salvini non vive in controluce rispetto a Renzi”, afferma. L’emendamento Salva Lega, porta come esempio, è stato ideato per una Lega al 3% ed ormai non più necessario (i sondaggi, infatti, vedono da tempo un aumento del consenso alla Lega Nord). […]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*